Enoteca del Monferrato


Riferimenti pagina
Menu
News
Contenuto
Area Riservata

Martedě, 21 Novembre 2017
Malvasia di Casorzo

malvasia 
(testo Maurizio Gily, foto Mauro Guazzone)

Molte varietŕ italiane di uve da vino, sia bianche che nere, si chiamano Malvasia (di Candia, del Chianti, di Brindisi etc.). Si ritiene che il nome derivi dal porto greco di Monemvasia, sede di una fortezza veneziana e crocevia di scambio tra Oriente ed Occidente. Le Malvasie sarebbero quindi, come i Moscati, uve di origine orientale.

La Malvasia di Casorzo č un’uva nera, di maturazione medio tardiva, alquanto aromatica, normalmente vinificata con il metodo della rifermentazione in autoclave per ottenere un vino poco alcolico, dolce, profumato e frizzante, da servire fresco, ottimo per accompagnare torte e biscotti.

Una versione piů preziosa, antica e di tradizione contadina č quella del passito: le uve vengono fatte appassire su graticci per ottenere un’alta concentrazione di zuccheri e di aromi e quindi pigiate e lasciate fermentare a lungo, a bassa temperatura, fino a che la fermentazione non si ferma naturalmente per inibizione dei lieviti dovuta al grado alcolico raggiunto.

La DOC Malvasia di Casorzo si produce in un’area ristretta a cavallo tra le province di Asti e Alessandria, nei comuni di Casorzo, Grana, Grazzano Badoglio (AT), Vignale Monferrato, Altavilla, Ottiglio, Olivola (AL).

   
Manifestazioni
 
Bacheca
 
In Evidenza
 
Enoteca del Monferrato - ©2006 - Tutti i diritti riservati